Colori della Repubblica Italiana
   

NUOVE REGOLE SULLE LEGALIZZAZIONI DI DOCUMENTI ALBANESI DA PRESENTARE IN ITALIA

21/07/2011
-
Come noto, il 26 maggio 2011 è entrata in vigore tra Italia e Albania la Convenzione dell’Aja sulle Apostille, grazie alla quale i documenti albanesi che devono essere presentati in Italia non devono più essere previamente legalizzati dalle Rappresentanze diplomatico-consolari italiane in Albania.

Per poter essere presentati alle Autorità italiane, tuttavia, i documenti albanesi devono essere obbligatoriamente tradotti in lingua italiana. A partire dal 1° luglio 2011, le traduzioni in lingua italiana dei documenti da presentare alle Autorità italiane potranno essere effettuate UNICAMENTE da:

• il Consolato Generale d’Italia a Valona;
• l’Istituto Italiano di Cultura a Tirana;
• i traduttori giurati (inseriti nella lista ufficiale depositata presso il Ministero della Giustizia albanese).

Si raccomanda agli utenti di NON presentare traduzioni effettuate da altri professionisti (ad es. notai non inseriti nell’elenco del Ministero della Giustizia), in quanto queste non potranno essere accettate.


Si riassume qui di seguito la nuova procedura da seguire per la legalizzazione/traduzione dei documenti albanesi da presentare in Italia:

1) i documenti da presentare in Italia devono essere innanzi tutto muniti del timbro dell’Apostille da parte del Ministero degli Affari Esteri albanese;

2) i richiedenti devono poi fissare un appuntamento per presentare i propri documenti apostillati presso l’Ufficio consolare. A tal fine, è attivo il sistema GRATUITO di prenotazione tramite internet degli appuntamenti. Per accedere al servizio di prenotazione on line occorre cliccare su "Prenota l’appuntamento" dalla sezione "In linea con l’utente" in alto, su questa stessa pagina. In alternativa, per fissare un appuntamento presso il Consolato Generale d’Italia a Valona rimane attivo il seguente numero di CALL CENTER a pagamento chiamando, solo dall’Albania, dal lunedì al venerdì, dalle ore 09:00 alle 18:00: 0900 404 4001 (100 lekë + IVA al minuto per le chiamate dal telefono cellulare, utenze Vodafone e AMC).

3) Nel giorno dell’appuntamento, i richiedenti devono presentare i propri documenti già apostillati.


Per quanto riguarda la traduzione, i documenti muniti di apostille possono essere presentati:

a. senza alcuna traduzione nel giorno stesso dell’appuntamento presso il Consolato Generale d’Italia a Valona ed in questo caso i documenti verranno tradotti dal Consolato Generale e, una volta legalizzati, restituiti ai richiedenti, tramite Albanian Courier (Western Union);

b. insieme ad una traduzione effettuata da un traduttore giurato (inserito nella lista depositata presso il Ministero della Giustizia albanese) nel giorno stesso dell’appuntamento presso il Consolato Generale d’Italia a Valona. In questo caso il Consolato provvederà alla legalizzazione della firma del traduttore giurato; i documenti saranno poi restituiti ai richiedenti dal Consolato Generale d’Italia a Valona tramite Albanian Courier (Western Union).

In tutti i casi, i documenti apostillati e provvisti della traduzione regolarmente timbrata da questo Consolato Generale (sia se effettuata dallo stesso Consolato Generale, sia se effettuata dal traduttore giurato e poi legalizzata) possono essere presentati alle autorità italiane.


Prezzi delle prestazioni consolari (il corrispettivo da versare sarà in valuta locale):

• Traduzione effettuata dal Consolato Generale d’Italia a Valona di atto di stato civile: 7,00 euro per foglio
• Traduzione effettuata dal Consolato Generale d’Italia a Valona di altri atti: 14,00 euro per foglio
• Legalizzazione della firma dei traduttori giurati: 17,00 euro per atto.

Per le traduzioni effettuate dall’Istituto Italiano di Cultura a Tirana si prega di contattare direttamente l’Istituto.


Contatti Ufficio Legalizzazioni: legalizzazione.valona@esteri.it


Mappa |  Note Legali |  Credits |  F.A.Q.